ServicenavigationHauptnavigationTrailKarteikarten


Forschungsstelle  ACW (RAC)
Projektnummer     04.22.3.4
Projekttitel Valorizzazione della coltura del castagno nelle regioni al Sud delle Alpi
Projekttitel Englisch Valorization of local chestnut production in Southern Switzerland

Texte zu diesem Projekt

 DeutschFranzösischItalienischEnglisch
Schlüsselwörter
-
-
-
Anzeigen
Kurzbeschreibung
-
-
Anzeigen
-
Projektziele
-
-
Anzeigen
-
Umsetzung und Anwendungen
Anzeigen
Anzeigen
Anzeigen
Anzeigen
Neue Kenntnisse/Literatur
-
-
Anzeigen
-
Arbeitsvorgang/Stand der Arbeiten
-
-
Anzeigen
-
Projektspezifische Kosten
-
-
Anzeigen
-
Kunden/Berichterstattung
-
-
Anzeigen
-
Publikationen / Ergebnisse
Anzeigen
Anzeigen
Anzeigen
Anzeigen

Erfasste Texte


KategorieText
Schlüsselwörter
(Englisch)
chestnut, fruit quality, orchard, rootstock, crop protection
Kurzbeschreibung
(Italienisch)
Il finanziamento pubblico per il progetto Regio plus, gestito dalla Regione Malcantone, ha contribuito alla valorizzazione delle castagne indigene creando tre centri di raccolta centralizzati e favorendo in tal modo una migliore commercializzazione della produzione ticinese. Il progetto 00.22.3.04 ha permesso di definire le migliori varietà indigene, le quali sono di qualità inferiore al Marrone italiano per quanto riguarda il calibro del frutto e la sbucciatura, ma non di gusto. Questi due elementi ne frenano l'uso nel commercio fresco (caldarroste) e nel mercato della confetteria. Le prove di trasformazione delle castagne in farina hanno permesso la messa a punto di metodi di lavorazione dei frutti per la loro trasformazione in farina. Si è pure messa a punto una metodologia per garantire una corretta conservazione dei frutti in cella frigo per almeno un periodo di 60 giorni.. La struttura delle selve ticinesi è eterogenea e non permette la produzione di un prodotto fresco di qualità superiore. Pertanto, Il commercio del frutto fresco richiede un prodotto qualitativamente uguale a quello importato ciò che le nostre selve difficilmente possono dare. L'innesto in selva non può portare a dei miglioramenti a breve-medio termine e soprattutto non si può affrontare il problema qualitativo in modo razionale. Una migliore penetrazione del prodotto ticinese deve perciò passare attraverso un miglioramento produttivo sia per quanto riguarda la scelta varietale che le tecniche colturali. Sulla base degli sviluppi della produzione ticinese e delle problematiche che attualmente la toccano, i vari attori (Associazione castanicoltori e Gruppo di lavoro sul castagno) spingono verso la creazione di frutteti castanili. Le conoscenze in questo ambito sono poche e non vi è nessuna esperienza a livello ticinese.
Projektziele
(Italienisch)
Realizzazione di un frutteto castanile con lo scopo di dare le necessarie indicazioni:
- Sulla scelta del portinnesto
- Sulle varietà di Marrone e di ibridi euro-giapponesi più adatti alle nostre condizioni rispetto alle varietà indigene
- Sulle tecniche colturali (sistemi di allevamento) adeguate alle nostre region
i- Sul controllo dei principali problemi fitosanitari (albero e frutti)
- Sulla gestione del suolo con associazione di altre colture

Parallelamente al frutteto castanile il presente progetto vuole pure rispondere alla richiesta di risolvere la propagazione vegetativa del materiale vivaistico per garantire in particolare un'omogeneità delle piante e accorciare i tempi di formazione delle stesse. Con questi obiettivi si vuole dare continuità al lavoro di micropropagazione in vitro iniziato con il progetto 00.22.3.04.
Umsetzung und Anwendungen
(Deutsch)
Für spezifische Informationen kontaktieren Sie bitte die angegebene Person.
Umsetzung und Anwendungen
(Englisch)
For more detailed information please contact the person in charge of the project
Umsetzung und Anwendungen
(Französisch)
Pour des informations supplémentaires veuillez contacter la personne indiquée.
Umsetzung und Anwendungen
(Italienisch)
Per ulteriori informazioni vogliate contattore il responsabile menzionato.
Neue Kenntnisse/Literatur
(Italienisch)
Grazie alla stretta collaborazione con il WSL e la FAW, il nostro Centro ha acquisito sufficiente esperienza sulle varietà indigene, la lavorazione e la conservazione dei frutti (Conedera et al. 2002; Kunsch et al 1998; Kunsch et al 2001). Le sole esperienze sulla creazione di frutteti creati su concetti moderni ci viene dalla Francia e dall'Italia (Breisch 1994; Paglietta e Bonus 1990), ma sono legate all'utilizzo di varietà di ibridi euro-giapponesi. I lavori sui portinnesti sono solo agli inizi e molto lenti poiché frenati dalla difficoltà nella propagazione del castagno e dai problemi di incompatibilità vegetativa (Craddock e Bassi, 1998; Soylu et al., 1998; Proietti Placidi, 1998; Huang et al; 1994; Pervia-Lorenzo et al., 1997). Se in selva si sono acquisite conoscenze epidemiologiche per limitare la virulenza del cancro corticale del castagno (Endothia parasitica) (Bissegger et al. 1996; Prospero et al., 2001) poco o nulla si conosce del comportamento del fungo in frutteto e della metodologia per prevenire attacchi distruttivi. Allo stesso modo pochi sono i lavori intrapresi per una migliore conoscenza sulla difesa dagli insetti carpofagi e dalle muffe (Speranza, 1998; Paparatti e Speranza; 1998; Angeli et al. 2001; Jermini et al. 2001).
Arbeitsvorgang/Stand der Arbeiten
(Italienisch)
La prima fase del lavoro sarà costituita dalla messa a dimora del frutteto considerando le/i potenziale/i migliori varietà/cloni di Marroni italiani, varietà indigene e di ibridi euro-giapponesi. Per i portinnesti si eseguirà una scelta in base alla loro compatibilità vegetativa con le varietà/cloni scelte/i (lavoro in vitro o serra). Per ogni associazione portinnesto/varietà o clone si considereranno almeno 2 forme d'allevamento.
Parallelamente alla realizzazione del frutteto si cercherà tramite la messa a punto di tecniche di micropropagazione per accorciare il periodo di formazione della pianta e permettere una facile propagazione vegetativa del portinnesto (progetto RAC 16.3.2)A partire dall'anno d'impianto, si procederà.:
1. alla valutazione dei parametri agronomici:
· fenologia.
· crescita vegetativa.
· parametri produttivi e qualitativi dei frutti.
2. alla messa a punto di strategie di lotta contro insetti e malattie del castagno mediante metodi di lotta biologica.
3. alla valutazione della migliore associazione colturale con altre specie nella fase improduttiva del frutteto.
4. alla messa a punto delle necessarie tecniche colturali che permettano la migliore gestione del frutteto
Projektspezifische Kosten
(Italienisch)
10'000.- (recinzione, acquisto alberi, scavo buche, palificazione, analisi terra ecc.)
Kunden/Berichterstattung
(Italienisch)
Servizi agricoli e forestali cantonali, Gruppo di lavoro sul castagno, Ditte che si occupano di trasformazione e commercializzazione di castagne
Publikationen / Ergebnisse
(Deutsch)
Für spezifische Informationen kontaktieren Sie bitte die angegebene Person.
Publikationen / Ergebnisse
(Englisch)
For more detailed information please contact the person in charge of the project
Publikationen / Ergebnisse
(Französisch)
Pour des informations supplémentaires veuillez contacter la personne indiquée.
Publikationen / Ergebnisse
(Italienisch)
Per ulteriori informazioni vogliate contattore il responsabile menzionato.